La Parrocchia PDF Stampa E-mail

Dalle poche notizie esistenti sappiamo che a Terranegra già antecedentemente al '600 esisteva una cappella dedicata a Sant'Antonio di Padova e alla Vergine Assunta; successivamente si aggiunsero gli altari di S.Francesco e S.Toscana.

Le funzioni religiose erano officiate da sacerdoti che dimoravano a Legnago, appartenenti alla vetusta parrocchia di S.Martino.

Nel 1662 i cinquanta capi di famiglia della frazione ebbero il diritto di eleggersi un cappellano "inamovibile" (che governa, dirige, avente funzione amministrativa e giudiziale), con l'obbligo di risiedere nella Rettoria di Terranegra.

Da un documento del 1723 esistente in casa "masaro Bruschini" si conferma che Sant'Antonio di Padova era il patrono di Terranegra. Ecco il testo:

Adi 10 Agosto 1723  Confeso io Gaspari Vanin di avere ricevuto da Dominico Bruschin lire otanta due per la suministracion di il sudeto Bruschin masaro dela veneranda chiesa di San Antonio di tera negra.

Nella Curazia di Terranegra si sa solo che nel 1825 era rettore don Pietro Cavallini ma il primo che ebbe ad officiare effettivamente e permanentemente la piccola chiesa con appena duecento fedeli, fu don Giuseppe Meneghello. Crescendo la popolazione, ideò la costruzione di una chiesa più grande dotandola di sacri paramenti e di varie suppelletili. Per questa opera vi pose tutto il suo fervore, costruì sul posto una fornace e con la sua munificenza unita alla cooperazione del paese inaugurava nel 1852 il nuovo edificio (oggi sconsacrato e fatiscente).

Contemporaneamente a sue spese aggiunse la modesta canonica attigua. Sulla facciata della chiesa stavano due scritte:

DOM - DIVOQUE PATAVINO DICATUM - MDCCCLII

A Dio, Ottimo, Massimo e a S.Antonio di Padova consacrato -1852

MUNIFICENTIA - IOSEPHI MENEGHELLO - RECTORIS PIORUMQUE - INCOLARUM - CONSTRUCTUM

Per munificenza del Rettore Giuseppe Meneghello e dei pii abitanti questo tempio fu costruito.

Per suo zelo, fondò nel 1854 la Confraternita del Santo Taumaturgo iscrivendola alla Primaria di Padova. Era orgoglio di Terranegra il partecipare con i vessilli e con la statua del Santo alle varie processioni.

Il 30 ottobre 1953 la rettoria di Terranegra fu costituita parrocchia, smembrandosi così dalla parrocchia madre di S.Martino di Legnago.

Successivamente si avviò la costruzione di un'ampia e moderna chiesa, l'attuale, aperta al culto il 27 dicembre 1970.

Nel 1976 la parrocchia venne affidata alla Provincia Veneta dei Minori Francescani, ma l'1 settembre 1984 i padri lasciarono la parrocchia in base agli accordi interventuti tra la Curia Vescovile e quella della Provincia dei frati minori, e fu nuovamente affidata al clero diocesano.

Fu quindi aggiunta alla moderna chiesa la nuova canonica, e i locali adiacenti alla vecchia chiesa accolsero il nuovo “Centro Giovanile”.

Per la celebrazione del 25° di costruzione sono state realizzate diverse opere di rifinitura, approntata la cappella per la conservazione dell’Eucaristia, e il 17 dicembre 1995 consacrati chiesa e altare per mano del Vescovo Mons. Nicora. Nel 30° anniversario è stata realizzata la grande vetrata artistica in verticale vicina all’ingresso della scala.
Nel 2011 la Chiesa è stata completata dotandola del Battistero con il moderno Fonte, inaugurato l'8 ottobre dal Vescovo Mons. Giuseppe Zenti. 

A cura di Ernesto e Annalia Berro

 

chiesa a colori   chiesa vecchia     

 

Cerca

Calendario

<< Dicembre 2017 >> 
 Do  Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Liturgia di oggi

Liturgia di domani